Press kit

Il rock italiano di oggi

Molti di noi dalle mie parti sono rimasti irreparabilmente scossi e inghiottiti dal ciclone che si è abbattuto a Seattle nei primi anni '90. E ancora cercano il modo di venirne fuori, finiscono per ascoltare sempre le stesse cose, pronunciando giudizi quanto mai temerari sulla fine della musica nella storia dell'umanità  dopo i Led Zeppelin, i Metallica, o i Queen o i Pink Floyd a seconda delle proprie inclinazioni musicali. (Gaetano)

Il sound dei Qsemu

Il sound è sempre quello prodotto da Paolo Manfré, Gaetano De Gregorio e Peppe Avvocato. Da qualche tempo si è aggiunto anche Massimiliano Franchina, alle chitarre, da Castelvetrano.

Qsemu è un modo di dire siciliano, e dell'entroterra belicino in modo particolare. "Cu semu" può servire a chiedere "Chi siamo", ma è anche una forma interrogativa. "Chi siamo?" chi siamo noi come band indie, chi siamo noi componenti del gruppo, sempre variabile, ora con la presenza del frontman Giuseppe Palazzolo, presente nel brano "Fuoco su Twitter" ora con la presenza di Massimiliano. Ma chi siamo è anche la domanda che facciamo a noi stessi, guardando dentro l'oscurità  della nostra anima. Sappiamo veramente chi siamo? Siamo Dei, diavoli, mostri, con la nostra carica di fragilità  e con la nostra povera e fiera umanità .

Qsemu è il sound siciliano nel panorama indie italiano. E' uno squarcio d'america nel mezzo di un indie malinconico, cantautorale ed elettronico prodotto dalla scena indie italiana, è ritmo, è musica in movimento, è musica nell'autoradio della vostra auto in viaggio.

E' quello che non abbiamo finora trovato in Italia. E' anche un modo nuovo di fare dischi. E' un tuffo nel passato, quando i gruppi suonavano live dentro lo studio, e c'era un produttore, che registrava, affinava, scartava, arricchiva, riscriveva, tagliava e incollava queste registrazioni, perché in quelle registrazioni condite di sbavature, di piccoli errori, di suoni e voci che entravano dai microfoni appiccicati ai coni degli amplificatori valvolari, saturi senza ritegno, registravano anche la vitalità  naturale della band, registravano il momento unico e irripetibile dell'intuizione, dell'idea musicale, della spontanea espressione musicale dell'anima delle band.

Questo è l'esperimento Qsemu.

La folle idea di Stereopinto

Questa è la folle idea di Stereopinto. Chi è Stereopinto? E' l'omino che prende le tracce dal multitraccia registrate in live, e li porta sulla Daw del PC, e inizia questo lungo e laborioso, pesante ma straordinariamente creativo, lavoro di separazione e unione, che porta alla fine a forgiare i brani che saranno successivamente pubblicati.

Stereopinto è anche quella chitarra che miagola, che a tratti si lamenta e poi graffia, è il gatto ora fragile e ora pronto ad affilare le unghie che si esprime con il wah wah nei brani degli Qsemu.

Stereopinto è un'idea. Un modo di intendere la musica, e vorrebbe anche, come di fatto è diventata, farsi una micro-label, una etichetta microscopica chiusa in una stanza quattro metri per quattro, che propone e replica questo modello. Catturare la magia del momento.

We are on

Album

  1. Solo fiato e vapore Qsemu 05:34
  2. La chiave del controllo Qsemu 04:52
  3. Fuoco su Twitter Qsemu 05:30
  4. Dr Skull Qsemu 05:46
  5. Pensiero Urbano Qsemu 05:09
  6. Distosauro Qsemu 09:36
  7. Carolina Qsemu 04:24
  8. Thoughts in the cat Qsemu 05:32

Download Pdf

Go to Pdf


Lyrics

Go to Lyrics


Video

Go to Video